Regolamento della sezione Scherma

Articolo 1 – Denominazione
L’Associazione Polisportiva Dilettantistica Pietro Micca (A.P.D. Pietro Micca prevede da Statuto la costituzione di Sezioni.
La denominazione sociale di ciascuna Sezione è ad integrazione della denominazione della Polisportiva.
A tale scopo per il presente Regolamento la denominazione è A.P.D. Pietro Micca Sezione Scherma.

Articolo 2 – Sede – Colori sociali e Bandiera
La Sezione Scherma ha sede legale in Biella, Via Monte Mucrone 3.
Per quanto concerne i colori sezionali e la bandiera ci si riporta a quanto stabilito all’articolo 4 dello Statuto della Polisportiva.
Il colore sociale della Associazione è l’arancione.

Articolo 3 – Scopo Sezionale
La Sezione ha carattere dilettantistico, è apartitica ed aconfessionale, non ha scopo di lucro né diretto né indiretto così come già previsto dall’articolo 2 dello Statuto della Polisportiva, e i proventi dell’attività non possono in nessun caso essere divisi fra i soci, anche in forma indiretta.
In particolare, scopo della Sezione Scherma è quello di diffondere la pratica sportiva della scherma, agonistica, ludica e formativa in genere, inclusa l’attività didattica.

Articolo 4 – Affiliazione
La Sezione Scherma dell’A.P.D. Pietro Micca è affiliata alla Federazione Italiana Scherma (F.I.S.).
La Sezione è tenuta all’osservanza delle norme e delle direttive emanate in materia dal C.O.N.I., dal C.I.O. e dalla F.I.S..
La Sezione Scherma è tenuta al rispetto delle regole determinate dallo Statuto della Polisportiva.

Articolo 5 – Soci
Tutti i soci atleti della Sezione Scherma debbono obbligatoriamente essere tesserati alla F.I.S..
L’ammissione è regolata dagli articoli 6 e 10 dello Statuto della Polisportiva, al quale si fa rinvio.

Articolo 6 – Organi della Sezione Scherma
Sono Organi della Sezione Scherma:
–      L’Assemblea di Sezione;
–      Il Consiglio Direttivo di Sezione;
–      Il Presidente.

Articolo 7 – Assemblea di Sezione
L’Assemblea di Sezione è regolata dalle norme statutarie.
Hanno diritto di partecipare all’Assemblea di Sezione e diritto di voto per l’elezione del Consiglio Sezionale tutti i maggiorenni iscritti alla Sezione e tesserati F.I.S..
I genitori di atleti minorenni possono partecipare all’assemblea senza diritto di voto.

Articolo 8 – Il Consiglio Direttivo di Sezione
Il Consiglio Sezionale si compone di cinque membri, dei quali uno, e precisamente il Presidente della Polisportiva, assumerà la carica di Presidente della Sezione.
La durata in carica del Consiglio Sezionale coincide con il quadriennio olimpico.
È fatto divieto per i componenti il Consiglio della Sezione Scherma di ricoprire cariche analoghe in altre Associazioni Sportive affiliate alla F.I.S..
Il Consiglio della Sezione Scherma deve redigere un rendiconto e bilancio preventivo della Sezione da sottoporre all’approvazione del Consiglio Direttivo della Polisportiva.

Articolo 9- Il Presidente – Rappresentanza dell’Associazione
Al Presidente sia della Polisportiva che della Sezione è attribuita la rappresentanza della Sezione nei rapporti con la F.I.S..
Egli ha il potere di eseguire tutte le deliberazioni del Consiglio, dirigere le assemblee, vigilare sulle esecuzioni delle delibere, convocare e presiedere il Consiglio Sezionale.
Nei casi di urgenza può esercitare i poteri del Consiglio: in tal caso le deliberazioni adottate dovranno essere ratificate dal Consiglio alla prima riunione.

Articolo 10 – Attività della Sezione Scherma
Alla Sezione Scherma è demandato lo svolgimento delle attività sportive ed agonistiche e l’organizzazione di gare e manifestazioni.
La Sezione Scherma è autorizzata a gestirsi autonomamente e al Consiglio di Sezione sono devolute tutte le attribuzioni relative al funzionamento tecnico ed organizzativo del proprio settore sportivo.
La Sezione Scherma è autorizzata ad assumere eventuali delibere richieste dalla F.I.S. ad integrazione e non in contrasto con lo Statuto. Tali delibere dovranno comunque essere trasmesse al Consiglio Direttivo di Polisportiva che, se nulla osta, le metterà agli atti.

Articolo 11
Per tutto quanto non espresso nel presente Regolamento le Sezioni dovranno far riferimento allo Statuto della Polisportiva.